giovedì 27 dicembre 2012

23... 24... 25...


Natale è ormai passato... 
Purtroppo io non sono nemmeno riuscito a fare un post augurale -_-"
Ma l'ultima settimana è stata una delle più stressanti in assoluto: non ho avuto un attimo di tempo per me e dovevo persino pianificare con esattezza il momento in cui farmi la doccia... Un incubo!
Comprare regali, provare per un concerto di beneficenza che ho fatto Domenica, fare le prove per il concerto che farò a Gennaio, fare le prove per preparare i canti liturgici di Natale, incontrare gli amici che tornano dal resto d'Italia, scambiare i regali, organizzare gli impegni, correre da una parte all'altra...

Ma ormai è finita! Uff...
Purtroppo Babbo Natale non è venuto in queste vesti -_-"
Adesso si pensa a quanto si è mangiato, a tutti i panettoni ingurgitati, a come smaltire la ciccetta acquistata prima che venga il famigerato Cenone di Capodanno...
Come lo avete passato voi il Natale? In famiglia? Con la vostra metà? Da soli? Con gli amici?
Natale è tempo di convivialità, tempo di luce, di cene festose, pranzi lenti e abbondanti... ma anche tempo di malinconia, di nostalgia, di flebile tristezza nascosta sotto il piatto di arrosto...
E quando ti abbandoni sul divano, stremato dalla lotta contro la torta alla ricotta da cui sei uscito perdente, cominci a fare un mezzo bilancio dell'anno che sta finendo, di cosa è cambiato rispetto allo scorso Natale e cosa hai conquistato negli ultimi mesi. A quel punto è inevitabile essere risucchiati dalla tristezza appiccicaticcia delle feste. Mi guardo indietro e vedo che in questi ultimi mesi ho perso molto del mio ottimismo e mi sono arricchito di fantasmi che mi hanno lasciato solo vuoto.
E non è vero che chi è sfortunato in amore è fortunato nel gioco!!! -.-"
Ma andiamo avanti...

Come sapete (lo sapete, vero? Ve lo ricordate?) il Natale per me è un doppio anniversario. 
Se il 25 festeggio come tutti, il 23 ricordo un'altra importante data.
Chi è così preparato da sapermi dire cosa festeggio?
No, non festeggio San Mardonio martire -_-" E nemmeno San Dagoberto II...
Ma dai, ragazzi! L'anno scorso ve ne ho parlato!
Festeggio l'anniversario del mio Coming-out interiore! :D Il giorno in cui finalmente mi sono accettato.
E quest'anno faccio proprio 2 anni :) Due anni da quanto ho finalmente detto a me stesso "Febo, ma sei cretino???" e ho abbracciato con serenità la mia identità.
Almeno una cosa positiva in tutto questo flambè di tristezze c'è!
E se penso ai passi avanti che ho fatto nel mio percorso di accettazione e affermazione della mia identità, mi torna un po' di sorriso: i coming-out che ho fatto, il buon esito di tutti, l'aver detto finalmente di me ai miei genitori, il poter parlare e vivere in libertà il mio essere con i miei amici, la complicità che in molti mi hanno offerto... Queste cose sì che fanno allargare il cuore :)


E allora inghiotto un po' di pessimismo, ormai dilagante, e spero che il nuovo anno che si avvicina porti un po' più di quello che ha lasciato l'anno vecchio. La disillusione c'è, ma facciamo finta di non ascoltarla...
Un bacione a tutti ;)


venerdì 21 dicembre 2012

..,.siamo ancora tutti vivi?

Ciao! Sono un post pianificato. Ma voi chiamatemi semplicemente POST!.
Colui che mi ha scritto (quel dement...ehm... simpaticone di Febo) era troppo stanco per attendere l'ora giusta per pubblicarlo e così: MI PUBBLICO DA SOLO! Non è magnifico? Sono il paladino dell'indipendenza dei post dallo schiavismo a cui ci costringono i blogger.

Voi non immaginate quanto sia tragico per noi Post dover contenere, nei nostri immacolati spazi bianchi, tutte quelle cretinate che i bloggaroli scrivono, pensando di essere simpatici o addirittura interessanti!
Rassegnatevi! Non lo siete! 
Siete solo dei poveri disadattati che invece di uscire a gozzovigliare rimangono in casa a scrivere frasi. 
Ma fatevi un solitario piuttosto! 
E se non ci fosse il mio amico Controllo Ortografico, scrivereste tante di quelle diavolerie che tutti si chiederebbero se i tassi d'analfabetismo in Italia siano davvero così bassi o debbano essere riveduti.

Poi, non parliamo di questo blog... terribile. Ho cercato di impedire più volte la pubblicazione delle mappazze indigeste che scrive quel paranoico di Febo: qualche volta mi sono alleato con una mia vecchia amicizia, Router Adsl, per far saltare la connessione; qualche altra volta ho chiesto a mio papà Blogger.com di non salvare le scemenze scritte; alcune volte ho cercato di cancellare a casaccio i commenti lasciati da quel mentecatto che scrive qui... ma non sempre ci sono riuscito. 
Però continuerò a tentare! No, no, vi prego. Non ringraziatemi. Lo faccio per il vostro e per il mio bene!
Ma ecco che devo comunicare le cose che ha scritto quel "simpaticone" (...che odioso! Sta sempre a lamentarsi). Se non lo facessi, lui potrebbe sospettare la congiura che sto tramando contro di lui.
Quindi... leggete, su!


Ed ecco che siamo agli sgoccioli del 21 Dicembre!
Sono caduti meteoriti? L'inferno ha spalancato le sue bocche e ci ha divorati? Il sole è scoppiato come una lattina di Sprite lanciata per terra? Gli alieni sono venuti a prendersi un thè dai vostri vicini di casa? E' crollata la Muraglia Cinese e il Colosseo si è trasferito sulle Ande? I Power Rangers sono arrivati per combattere contro il Serpentone di fuoco (parente, si dice, del Mostro di Lock-Ness) che è sorto dal mar Mediterraneo?
No? Non è successo niente di tutto questo?
Ah! Ok! Allora abbiamo ancora taaaaanti tanti anni davanti a noi... Il mondo non è finito e noi abbiamo un Natale da festeggiare.
Non mi dite che non avete ancora comprato i regali perchè vi aspettavate che schiattassimo tutti!!
Io in questi giorni ho corso come un disperato, comprando regali a destra e manca, pieno di pacchi sotto la grandine di Palermo o dentro il forno a microonde che è la Feltrinelli (con quel riscaldamento sparato al massimo), anticipando soldi ad una lista sterminata di amici, scervellandomi su cosa comprare a chi... mi sarebbe un po' seccato morire dopo tutto sto tran-tran... no?
Bene! E allora... Buon 22 Dicembre!
Passo e chiudo...

UFF... finalmente il messaggio è finito..
Io vi avevo avvisato che era un demente. -.-"

mercoledì 12 dicembre 2012

Serata strana...


Serata strana...

Strani fantasmi che tornano dal passato recente... e che migrano come meteore, arrivando e scomparendo in una caligine di confusione e perplessità...
Nuove figure dai contorni sbiaditi... figure che promettono e non mantengono, che suggeriscono ma non dicono, che parlano ma agiscono in maniera diversa...
Persone incrociate e scomparse... indeciso nel decifrare in una maniera o nell'opposta i loro gesti... ogni azione studiata, ogni parola calcolata, ogni iniziativa pesata...

Se fai così va bene, se fai in un altro modo non va bene... e stai attento a non lasciarti trasportare, e stai attento a non cercare, e stai attento a non mostrarti troppo, e stai attento a come rispondi, a quando rispondi, a quanto rispondi... non cercare, sii cercato... non mostrare troppo entusiasmo, non far capire se sei interessato...
La fiera dell'inibizione per non mostrare la propria sincerità... perchè le emozioni semplici e sincere fanno paura, sono oggetto di derisione... meglio ridicolizzarle che farci i conti... meglio lasciar perdere chi non riesce a ricacciarle giù, indietro nello stomaco: è qualcuno che non ha abbastanza cinismo per stare in questo mondo da vincente.
Ma io cinico non riesco ad esserci, tanto meno stronzo, o arido, o figo, o sofisticato, o distaccato...

Azioni non chiare, parole non dette... giochi di mistero che più che intrigarmi, ormai mi seccano...
E parlare chiaro? E agire in maniera sincera?
Ci si aspetta che l'altro finalmente si apra, e invece è un continuo rimbalzo...
Mi sembra di giocare ad una partita di tennis... peccato che ad essere schiacciata e rimbalzata non è una pallina, ma il mio cuore, la mia testa, il mio ottimismo, la mia buona volontà, la mia pazienza, la mia scarsa (scarsissima) autostima, che continua ad assottigliarsi ad ogni servizio, ad ogni schiacciata, ad ogni set, ad ogni partita...

Che serata strana...
Una serata di confusione, attesa, delusione, stanchezza, tristezza, sfiducia, impazienza, solitudine, rabbia... rimanere basiti di fronte a tanta incomprensione...
Sono io quello sbagliato che non capisco? Sono io quello che tiene troppo alla chiarezza? Sono affetto da confusione cronica? Non riesco a leggere tra le righe? Oppure non sono io il problema?

Serata strana... ed è durata fin troppo a lungo.



venerdì 7 dicembre 2012

Semplici note...

Martedì sera: concerto al teatro Politeama.
Al pianoforte: Michael Nyman *_*
Fuori dal teatro, la pioggia scrosciante e fortissima...
...dentro la meraviglia di semplici note.
Accompagnate dagli strani, suggestivi cortometraggi girati da lui.

Semplici note...







E ho anche portato a casa il suo autografo :)


domenica 2 dicembre 2012

Incomprensibilmente...


Venerdì 14:57
"Ti devo dire una cosa"

Mi arriva questo messaggio su Facebook, inviato dal ragazzo con cui sto uscendo ultimamente: un tipo simpatico, moderatamente caruccio, un po' timido, un po' imbranato... Lucio dice che assomiglia a Sting, ma secondo me di Sting non ha niente. Sembra molto preso da me: la prima volta che ci siamo visti e gli ho proposto di darci un nuovo appuntamento era super contento. Mercoledì sera siamo stati pure a casa mia e, dopo mezz'ora di palese ricerca di un momento opportuno, mi ha baciato. Me l'aspettavo ma, allo stesso tempo, sono stato preso alla sprovvista: tant'è che durante il bacio mi sono messo a ridacchiare xD Tra l'altro non so bene quanto mi piaccia, quindi ero un po' imbarazzato da questo suo bacio. Però non sembra esserci rimasto male: dopo sono stato abbastanza tenero. Alla fine della serata, quando l'ho accompagnato sotto casa mia, mi ha detto: "Mi piace passare il tempo con te. Vorrei stare insieme a te ancora tanto tempo".
Appena gli dico che ci sentiamo per uscire la prossima settimana, gli si accende un sorriso: "Allora usciamo di nuovo la prossima settimana" "Certo! Sempre se ne hai voglia..." "Si che ne ho voglia"
Effettivamente ogni volta per un bacio mi faccio troppe paranoie: ho voglia di conoscerlo meglio, facciamolo in modalità Easy. Non c'è bisogno di farsi prendere dall'ansia.
Modalità Easy ON
Il giorno dopo messaggiamo come sempre, scherziamo...

E poi, Venerdì...
"Ti devo dire una cosa"
"Dimmi"
"Credo sia meglio non sentirsi più. Ho le idee confuse"

Aspetta un minuto! Che sta succedendo qui? Mi sono saltato un passaggio?

"Stavo facendo cose forzate e non le voglio fare"
"E cosa ti ha spinto a farle allora?"
"Qualcosa che non è molto grande. Mi piace passare il tempo con te, sei simpatico"
"Anche a me piace passare del tempo con te e mi sei simpatico. Piuttosto che non sentirci più, non possiamo semplicemente rallentare? Io penso potremmo vivere questa nostra conoscenza in maniera più leggera: ci piace passare del tempo insieme? Bene! Passiamolo. Poi quello che verrà fuori si vedrà"
"Meglio di no. Non sono pronto e non so se lo sarò, quindi meglio non sentirsi"

Sono sempre più confuso! Ma che vuol dire? Pronto per cosa? Ed è appunto quello che gli chiedo:
"Ma pronto a cosa? Ad una semplice conoscenza fra due ragazzi?"
"Sono un po' infantile e testardo... non sei il mio tipo"

Aspetta un minuto: prima di tutto non capisco cosa c'entra il tuo essere infantile e testardo con la seconda affermazione. E poi: non sono il tuo tipo? Allora quando mi dicevi "Mi piace passare il tempo con te" "Voglio stare ancora con te" mi raccontavi balle? Erano solo belle parole prese in prestito da qualche film romantico? E se non ero il tuo tipo, perchè mi hai baciato? Perchè mi cercavi tu per primo? E te ne sei accorto nel giro di un nano secondo che non sono il tuo tipo? Il giorno prima eri felice perchè ci saremmo rivisti, e adesso mi dici di non sentirci più perchè non sono il tuo tipo?

"Per frequentarsi amichevolmente non c'è bisogno per forza di essere il tipo giusto. Cmq... ok. Se questa è la tua decisione... la rispetto, ma mi dispiace."
"Frequentarsi amichevolmente... forse un giorno. Sentirsi su FB una volta ogni tanto magari si"

Ma si capisce che lo dice tanto per dire... so già che non ci parleremo più.

Quello che proprio non capisco è il motivo di questa decisione così repentina: non ha veramente senso. Nessuna avvisaglia di tempesta, niente di niente. Anzi: lui era quello che sembrava più preso, più sicuro. Quello che avrebbe voluto prendere l'iniziativa. Lui quello che mi ha contattato, lui quello che mi ha chiesto di uscire, lui quello eccitato all'idea di rivederci...
Alla fine lo conoscevo da poco, ovviamente ancora non nutrivo forti sentimenti per lui. Però ero intenzionato a conoscerlo meglio, volevo tentare a scavare più a fondo. Ed era una conoscenza che, con la frequentazione, stava prendendo forma... chiudere completamente i rapporti con una persona, di cui stai cominciando ad apprezzare la presenza, e in maniera così brusca poi, è una brutta cosa... lascia un po' storditi.

"Ok! beh... che si dice in questi casi? 'E' stato bello, buona fortuna' ?"
"In genere non si risponde più agli sms"

Ma che cazzo di frase è? "non si risponde più agli sms"? Ma stai scherzando o dici sul serio? Stai chiudendo i tuoi rapporti con una persona e l'unica cosa di cui ti preoccupi è specificare che non ci dobbiamo mandare sms? Ma chi te li vuole mandare? Che delusione...

"Ook... recepito. In bocca al lupo. E' stato comunque bello conoscerti."


venerdì 16 novembre 2012

Un pesce fuor d'acqua...

Aiuto!! Dove sono finito??? In un mondo di pazzi???

E' quello che mi sono chiesto Martedì sera, quando ho accettato una proposta che forse avrei fatto asssssolutamente meglio a rifiutare.
Ma andiamo con ordine.

Conosco l'ennesimo tizio sul sito di dating, chattiamo un po', ci vediamo in cam, ci scambiamo i numeri per organizzarci per un eventuale incontro di conoscenza.
Lunedì gli dico che l'indomani sarei salito a Palermo e lui mi propone di andare insieme ad una festa gay, così mi avrebbe fatto conoscere anche i suoi amici.



Panico!!
ANDARE AD UNA FESTA DA SOLO + FESTA GAY + INCONTRO CON SCONOSCIUTO + PRESENTAZIONE DI AMICI
Un mix di fattori ansiogeni!
Io che, nonostante sia un tipo socievole e abbastanza estroverso, sono anche molto insicuro e trovo davvero difficoltà nel buttarmi in situazioni in cui sono completamente solo, trovavo la proposta fortemente rischiosa: conoscere questa nuova persona in mezzo ai suoi amici e per giunta affrontando la nuovissima esperienza della prima festa gay.

Dopo aver chiesto un parere a "solo" 9 persone (!!!) e aver manifestato le mie perplessità anche al ragazzo in questione, decido di buttarmi: "Ma si! Alla fine è sempre una nuova esperienza!"
Maledette siano queste mie parole!

Faccio le corse per essere pronto in orario e arrivo al luogo d'incontro pattuito, dove vedo lui in macchina.
- Macchina? E chi aveva parlato di macchina? Ok, Febo: stai calmo! -
Consapevole di stare trasgredendo tutte le regole di sicurezza e immaginandomi già di essere il protagonista delle testate giornalistiche di cronaca nera dell'indomani, salgo nella macchina del tipo, che mi saluta.
"CiaOO! Tutto bAne?"
- Oh, mamma! Come parla questo? - è stata la prima cosa che ho pensato.
Mette in moto dicendo che dobbiamo andare a prendere un suo amico a casa (casa persa nelle periferie di Palermo: ansia e ancora ansia!)
Nel tragitto mi parla dei suoi amici che "sono tutte pazzissimeee! siamo proprio un gruppo di esaurite!!!"
- Hmmm... bene! -.-" -

"Io è da Domenica che non mi drogo! Ho deciso di smettere"
- CHE COSAAAA??? o.O -
"Fumavo soltanto, eh! Ma ho deciso di smettere. Basta! Tu in questo momento starai pensando: ma giusto ora che stai guidando mi devi dire queste cose? Ahahah"
- "Ah ah!" sto cavolo! -
Arriviamo sotto casa dell'amico, che scende.
- Di male in peggio andiamo! -
"Ora ti porto in un locale dove c'è una buttana amica del nostro amico! Ahahah! Troppo divertente! Ogni volta mi scambia per lui!"
- Uh! Che spasso =S -



Ed inizia così la lunga tribolazione del vostro Febo: un'intera serata a sentire quei due starnazzare, declinando ogni cosa al femminile, dando epiteti ad ogni ragazzo gay che passava (che poi non avevo mai visto tutti questi ragazzi gay tutti in una volta in un luogo che comunque mi capita di frequentare abbastanza spesso): "Ma quella è una passivona!!" "Nooo... quella è proprio frocia! Frocia!" "Guarda queeeellooo! Quello l'altra volta se la voleva fare metter***censura***!"
Non mi sono mai sentito così mascolino e virile come in quella sera! In confronto a loro ero Macho-man -.-"



Poi arriva il momento in cui si mettono a giocare con Grindr, commentando le foto, contattando ragazzi...
Che ri-spasso! -_-"
Addirittura lui si mette a giocare ad un giochino: "è un gioco con le fate! Perchè le fate mi piacciono troppo"
- Hmmm.. interessante! Ma instaurare una conversazione no, vero? -
E poi: "Daaai! Avviciniamoci al locale dove ci sarà serata!"
Ci incamminiamo - io bello sistemato e serio con la mia camicina grigia, i pantaloni neri e il cappottino scuro e loro che sembravano usciti dalla fabbrica della Stabilo Evidenziatori - mentre il ragazzo che mi ha invitato si atteggia a checca isterica ogni volta che qualcuno gli passa accanto "Ma guardaaaaa!!! Che belle borseeeetteeee!!!".
- Ma che ore sono? Perchè è ancora così presto? :'( -



Addirittura, per far allontanare i Vucumprà, i due esauriti si mettono a farneticare: "Oh, come sei bello, gioia! Ma io voglio te, non le cose che vendi! Gioia, vieni qui!" con gridolini che sfiorano gli ultrasuoni. Effettivamente il metodo funziona, ma non ve lo consiglio se non volete passare agli occhi di tutta la strada come delle infoiate scappate da una clinica psichiatrica.



Prima di andare alla festa (che sarebbe iniziata a mezzanotte), ci infiliamo in un locale di un suo amico, dove ci sono le sue amiche lesbiche.
Mentre i due pazzi, sopra citati, continuano a urlare istericamente ad ogni persona conosciuta che passa per strada, io mi accomodo al tavolino e scambia quattro chiacchiere con le sue amiche.
"Ma sei attivo o passivo?"
- Effettivamente è una delle prime cose che chiedo ad un ragazzo che ho appena conosciuto: Cosa fai nella vita? Dove abiti? Che libri leggi? Sei attivo o passivo? -.-" Ma siamo dentro GayRomeo e non me ne sono accorto? Dov'è il LogOut? -
"Ma come??! Ancora non hai fatto sesso con qualcuno?", mi dice la sua amica con la faccia di una che ha appena visto un alieno.
- Mea culpa, mea culpa, mea grandissima culpa! Che ci vuoi fare? Sono snaturato!: ragiono col cervello invece che col pisello. Perdonami! -
Poi, mentre parlo con una ragazza etero nella comitiva (Un'etero? Un'etero? Meno male, stavo entrando in crisi d'astinenza!), una delle sue amiche lesbiche fa a lui:
"Ma è troppo simpatico..."
* stralcio di conversazione non percepita *
"Ma tu gli piaci?"
"SpEro proprio di no!"
No, bello mio! Non è che lo speri: puoi proprio esserne sicuro, perchè non mi piaci! Statti tranquillo!
Arriva la fatidica mezzanotte e il tizio mi dice di andare alla serata.
Ci incamminiamo, ma arrivati davanti al locale, con il sacco scrotale che mi arriva a terra, gli dico: "Guarda, ti dispiace se vado a casa? Stamattina mi sono svegliato presto e mi è venuto un gran mal di testa"
"Ma...vai a piedi? Dove abiti?"
"Abito in via *****, qui vicino!"

"Sisi, infatti! Gli viene vicino!" si impiccia il suo amico
- Ma se mi viene vicino lo devo dire io, non tu! Odioso! -
"Ma sei sicuro? Da dove prendi?"
"Ma guarda, prendo da questa strad..."
"Ma si, è qua dietro!" dice di nuovo il suo amico, tra l'altro indicando la direzione sbagliata!
- Grande faccia di mollusco bivalvo! Ma lo vuoi fare spiegare a me? L'ho capito che non vuoi perdere per niente al mondo sta caspita di festa! Non te la farò perdere, tranquillo! -
La strada per casa, a telefono con la mia amica, è stata la parte più rilassante della serata!

Adesso, a raccontarlo, la serata sembra davvero esilarante. Ma vi assicuro che non sentirsi a proprio agio per un'intera serata non è stato riposante.
Comunque... è stata un'esperienza! Archiviamola nel bagaglio...

Per fortuna il pomeriggio dopo mi sono rifatto, incontrando un ragazzo simpatico, carino e soprattutto non esagerato, con cui ho passato delle bellissime ore e che presto rivedrò ;)
Ad majora, semper!

giovedì 8 novembre 2012

Thè, aperitivo e caffè...

Lo so che siete curiosi di sapere come va la mia esperienza col sito di incontri. Vi vedo, durante la vostra giornata, mentre siete distratti da un unico pensiero: "Cosa starà combinando Febo? Cosa starà combinando Febo?". E le vostre mattine sono vuote, i vostri pranzi perdono sapore, il vostro lavoro diventa sterile, il vostro ragazzo vi sembra lontano perchè un'unica domanda vi riempie la testa: "Cosa starà combinando Febo?"
Allora è meglio che vi informi, così da salvare le vostre vite sociali/lavorative/sentimentali che stanno andando a rotoli per colpa dell'ossessionante quesito che vi divora.

Fin'ora ho incontrato 3 ragazzi e ognuno di questi incontri è stato accompagnato da una diversa bevanda. xD
Andiamo con ordine...


1) Thè...
Preso con un simpatico ragazzo e preceduto e seguito da una lunga e "chiacchierosa" passeggiata.
Lui è un tipo timido, riservato, tranquillo, però molto amichevole: ci sentiamo spesso per scambiare due chiacchiere in chat. Sinceramente non so cosa potrebbe uscirne fuori: magari solo una bella amicizia. Chissà...

PS: i biscotti che accompagnavano il thè erano pochi e pessimi, come il thè stesso. Molto meglio quando me lo faccio a casa! u.u

2) Aperitivo...
Preso con un affascinante francese (che, per fortuna, parla bene l'italiano) biondo, riccio con gli occhi azzurri, che lavorerà per alcuni mesi qui in sicilia.
E' stato davvero un pomeriggio divertente, programmato quando già non ci speravo più, data la sua repentina eclissi dalla chat. Dal vivo è molto più affascinante che in foto, devo dire :P Abbiamo chiacchierato delle più svariate cose, accompagnandoci con stuzzichini invitanti.
In quest'occasione ho preso per la prima volta il "Cosmopolitan" e mi è piaciuto tantissimo!!! (anche se, data l'esiguità delle cose mangiate, mi ha fatto girare un po' la testa @_@)
Il tipo è parecchio carino, ma starà qui solo per un periodo limitato quindi non credo accadrà niente: iniziare qualcosa che abbia incorporato un count-down non è proprio il massimo. E poi non ho ben capito cosa effettivamente lui stia cercando: amicizia o relazione? Ci siamo ripromessi di uscire qualche altra volta e lui mi ha proposto di andare insieme qualche sera ad un locale di suoi amici, ma il il tizio latita in chat, sono sempre io a contattarlo e l'ultima volta non solo non ha risposto al mio saluto, ma si è per giunta disconnesso dopo averlo visualizzato (eheh! Ormai Facebook parla chiaro) -_-"  ...valli a capire 'sti francesi!

PS: Per chi non lo sapesse, il Cosmopolitan si fa con Vodka, Cointreau, Succo di Lime e Succo di Mirtillo Rosso (ed è inutile che adesso tutti diciate: "Ma io già lo sapevo come si fa il Cosmopolitan! L'ho inventato io!"). Buonissimo! *_*

3) Caffè...
Preso con un ragazzo di qualche anno più grande di me di cui non ero molto convinto: ma un caffè non si nega a nessuno, no? La conversazione, soprattutto all'inizio, si è retta solo grazie a me e alla mia inventiva che si è messa in moto per non scivolare in imbarazzanti silenzi. Poi anche lui si è cominciato a sciogliere e abbiamo chiacchierato e passeggiato. Ma quando si è messo a parlare nei dettagli di tutte le case che avevano avuto lui e la sua famiglia, descrivendomi con precisione scale, corridoi, salotti e bagni (li aveva progettati lui), ho avuto la conferma che con quel ragazzo sarebbe potuta nascere solo un'amicizia: niente di più. Cosa che gli ho gentilmente comunicato dopo che ci siamo salutati, quando lui mi ha chiesto via sms le mia prima impressione. Lui è rimasto contento della mia decisione.

PS: In un appuntamento è decisamente meglio prendere qualcosa che si possa sorseggiare lentamente: almeno si ha qualcosa con cui tenersi impegnati! Il caffè è troppo corto.



Il resto dei ragazzi si è eclissato e, negli ultimi due giorni, nove o dieci ragazzi (rettifico... dieci o undici ragazzi -.-") hanno snobbato con nonchalance i miei messaggi d'inizio conoscenza: anche se razionalmente so che non devo dare importanza a certe cose data la frivolezza e la leggerezza che alberga spesso in questi siti, ci si rimane sempre un po' male. Di certo la mia autostima non ne ha giovato :(
Poi il fatto che ultimamente mi contattavano solo ragazzini simil-emo, mentalmente labili e ultra-trentenni (senza offesa per i 30enni che mi seguono! I trentenni sono affascinanti, maschili, già uomini u.u ma 10 anni e passa di differenza d'età non sono il massimo, no?) mi aveva un tantino fatto sentire abbandonato nell'isola della disillusione -_-"

Ma oggi qualche altro contatto è arrivato... non parliamo troppo presto però e stiamo a vedere cosa succede ;)

domenica 28 ottobre 2012

Sing! ...ed Esami (-21)


Ragazzuoli! Rieccomi :)
Ieri, oltre ad aver avuto un esame scritto (30 e  Lode! Eeeeee!!!), ho avuto il tanto temuto esame d'ammissione al Corso di Canto Pop a cui mi sono iscritto, come anticipatovi due post fa... 
La data dell'esame si è saputa con pochissimo preavviso: per fortuna avevo già da tempo iniziato a provare con la mia amica Pat, che mi ha accompagnato al pianoforte nei brani da cantare.

Penso sia andato bene, anche se eravamo in tanti a presentarci e i posti sono pochi... i risultati comunque si sapranno questa settimana. Quindi: attendiamo!
Ero molto teso, soprattutto perchè c'era davvero tante persone e... non so... ad un certo punto mi sono sentito fuori posto, meno capace degli altri... Però, al momento di cantare, ho ritrovato fiducia e ho messo nella mia voce tutto me stesso :)
Come? Volete sapere che canzoni ho portato all'esame d'ammissione?
Ve le dico subito!
La prima è "Tutto è cambiato in me": canzone dal musical "La Bella e la Bestia", che mi è entrata nel cuore perchè ha delle parole che rispecchiano molto l'emozioni di un periodo della mia vita e che continuano a descrivere la libertà di essere finalmente me stesso, dopo aver aperto gli occhi e aver accettato la Verità ;)
E poi è la prima canzone che ho cantato in un concerto!! Come dimenticarla?? :)
Avevo scritto pure un post a riguardo qualche tempo fa...




La seconda canzone è tratta pure da un musical (lo sapete che sono fissato con i musical, no?), ma in realtà l'ho scoperta tramite Glee: ed è "Pure imagination", dal musical "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato".
E' davvero una bellissima canzone, con una profonda carica emotiva...


If you want to view paradise
simply look around and view it.
Anything you want to, do it.
Wanna change the world?
There's nothing to it.

There is no life - I know -
to compare with
Pure imagination.
Living there, you'll be free
if you truly wish to be.


NB: ovviamente l'ho fatta in tonalità originale, non in "Falsettolandia" xD

La terza canzone è prettamente pop. E' del gruppo "The Fray", ma anche questa l'ho sentita prima su Glee: "Never say never". A me piace molto, e la trovo molto nelle mie corde. Mi preoccupava un tantino il falsetto (non ho mai cantato in pubblico una canzone col falsetto), ma in tanti mi hanno detto che mi viene bene. :)



La commissione faceva cantare solo due canzoni, e a me hanno chiesto di cantare "Tutto è cambiato in me" e "Never say never". Ovviamente, data l'abbondanza di partecipanti, non ascoltavano tutta la canzone ma solo una parte. Però le loro facce sembravano molto soddisfatte :P
Beh! Che dire... fatemi l'in bocca al lupo!!! :D aspetto con ansia l'esito dell'esame, ma io, nel frattempo... CANTOOOOO!!!!


Sing it for the boys 

Sing it for the girls 
Every time that you lose it sing it for the world 
Sing it from the heart 
Sing it till you're nuts 
Sing it out for the ones that'll hate your guts 
Sing it for the deaf 
Sing it for the blind 
Sing about everyone that you left behind 
Sing it for the world 
Sing it for the world

giovedì 18 ottobre 2012

Non aprite quella porta...


Si, capisco che stare insieme è una cosa molto bella. E che quando, finalmente, si rimane soli ci si lascia trasportare dal sentimento. Capisco anche che, chiusa la porta della propria stanza, ci si vorrebbe dimenticare del mondo intero e concentrarsi solo sulla persona che si ha accanto. E quando si è abbracciati, non ci si vorrebbe staccare più. E anche se non si fa l'amore, quei momenti sono dolcissimi e vorresti farli durare quanto più possibile. E le bocche non si vorrebbero mai staccare. E le orecchie non vorrebbero mai smettere di sentire parole dolci. E le braccia non vorrebbero mai smettere di stringere forte l'altro...

MA SE C'E' BISOGNO DI VOI, POTRESTE SMETTERE DI SLINGUAZZARE COME I POLPI E APRIRE 'STA CAZZO DI PORTA??????


E' già due volte che i miei amici Lucio e Pat, da un po' di mesi felicemente fidanzati tra essi stessi medesimi, si chiudono in stanza con molta nonchalance e, anche se c'è bisogno di loro e li chiamiamo a gran voce, se ne fottono altamente, continuando a pomiciare allegramente -_-" ODIOSI!
La prima volta, la mia amica E. stava male e mi vomitava casa casa. Io li chiamavo per aiutarmi e loro...niente! E io mi dovevo dividere tra il bagno, la camera, la cucina, lo sgrassatore, gli scottex, il pavimento macchiato... e non vi dico cos'altro sennò vi mettete a vomitare pure voi! =S
La seconda volta, ieri notte, appena tornati a casa, l'altro coinquilino non trova una cosa che gli serviva urgentemente, oggetto che era sicuramente nella stanza di Lucio. Li chiamiamo, chiediamo loro di controllare e loro...niente! E il nostro coinquilino (quell'altro sperto, affetto da carenza cronica di neuroni) che non sapeva come fare!

Che ci vuole a separare le vostre due boccucce di cernia per un attimo e capire il perchè i vostri amici, sempre rispettosi della vostra privacy, vi stanno scassando le palle? Un motivo ci sarà, no? Non vi passa per la vostra testolina, ripiena di cuoricini gommosi, che se vi chiamiamo c'è un motivo? E poi, cavolo!, non è che abbiamo tutte 'ste occasioni per stare insieme: per forza rintanati nella vostra stanza vi dovete stare? Ma avete tutta la notte per fare quello che volete!
E non mi dite che è l'invidia che mi fa parlare, perchè quella sto cercando di contenerla in questo discorso!! E io non mi comporterei mai così, a stare sempre a sbaciucchiarmi e flirtare in mezzo agli altri, rischiando di far venire un coma iperglicemico a tutti coloro che mi stanno accanto!!! Mi si stanno cariando gli occhi a forza di guardarvi!!


Forse la tua porta, caro Lucio, mette in comunicazione con un'universo parallelo? O si tratta di un portale per il teletrasporto, e quindi, effettivamente, non potete sentire quando qualcuno vi chiama perchè non siete più tra noi miseri mortali? La tua stanza è acusticamente isolata? Siete posseduti dai poltergeist che infestano la casa, creati dagli istinti sessuali repressi di coloro che prima ci abitavano (chi ha visto Buffy, coglierà l'allusione :P)? Pensate che bussare alla vostra porta sia il nuovo passatempo dell'anno e che non avere risposta da alcuno, vivo o morto, sia il fantastico premio in palio?

Molto inquietante questa foto... forse perchè so da dove proviene =S
No, parliamone! 
Così, in futuro (speriamo in un futuro abbastanza prossimo), appena mi chiuderò in camera con il mio fidanzato, magari mi comporterò alla stessa maniera. 
Scoppiano le tubature? Ti sei tagliato un dito con lo spalmino della nutella? Sono entrati i ladri? Un pericoloso assassino si aggira per le stanze? Una colonia di ratti ha invaso la cucina?
- Smack! Smack! No, tranquillo amore! Non mi hanno chiamato! No, No! Smack, smack! Sarà un'illusione acustica... -

giovedì 11 ottobre 2012

Notiziuole... ed esami (-20)


Uff! Un altro esame passato :D 
Oggi era la volta di quello di composizione, che è andato più che bene :)

Per adesso è un periodo un po' strano: ancora non ho riniziato a pieno ritmo con le lezioni, la voglia di studiare l'ho persa chissà dove (anche se c'è da chiedersi se l'ho mai ritrovata) e a Palermo, per il momento, ci salgo solo saltuariamente. Un periodo di transizione insomma, prima di ricominciare a pieno ritmo... 
Poi, come vi ho detto nel post precedente (ve lo siete letto il post precedente, vero????), da quando mi sono iscritto in un sito di dating, sono occupato a fare public gay relation! 
Anche se, dopo il sovraffollamento, negli ultimi giorni è piombato uno strano silenzio :( Dove sono andati a finire tutti??? Sono scappati??? :'(
Deserto - Sovraffollamento - Deserto... eccheppalle!!!! Un po' di costanza no?

Ormai questa è l'immagine designata per questa esclamazione!
Nel frattempo mi ingozzo di canzoni di Glee, di vostri post e sto anche preparando dei brani che devo cantare per l'ammissione ad un corso di Canto Pop al conservatorio a cui mi sono iscritto ^_^ Ebbene si! Era da tanto che volevo studiare canto (io adoro cantare!!! ve lo ricordate??) e sto approfittando di questo nuovo corso che deve essere attivato :)
Presto vi dirò anche che canzoni porterò (sempre che lo vogliate sapere... ma voi lo volete sapere, vero??????!!!)

Oggi è il "Coming-Out day", ovvero la Giornata Mondiale del Coming-out, che si festeggia ogni anno l'11 Ottobre, anniversario della seconda marcia su Washington in difesa dei diritti di gay e lesbiche. Il primo "Coming-out day" si tenne l'11 Ottobre del 1988.
Beh, il Coming-out è una scelta importante, una scelta di vita e di libertà: rivelare alle persone più importanti la propria vera natura, in modo da vivere la propria esistenza con limpidezza, autenticità e pienezza. Ed è spesso (troppo spesso) una scelta molto difficile, perchè non si sa mai la reazione delle persone, come cambierà la nostra vita, quante difficoltà dovremo affrontare per affermare la nostra identità... perchè da un Coming-out non si torna mai indietro!
Secondo me è bello che gli venga dedicata una giornata a questa piccola/grande azione, carica di responsabilità, ma anche di fierezza e libertà!
Dei miei Coming-out ad amici e parenti ve ne ho varie volte parlato nei miei post: è un percorso continuo nella conquista della mia autenticità più totale.
Penso che ad ognuno di noi la vita sia in parte cambiata quando siamo finalmente riusciti a dire "Sono gay" alle persone a noi vicine... e fin'ora a me è sempre cambiata in meglio! E i primi Coming-out, difficili, mi hanno fatto crescere e mi hanno dato sempre più sicurezza per affrontare quelli successivi con meno timore e più convinzione!
Perchè fare coming-out significa prendere coscienza di sé, far uscire da dentro quella parolina che descrive una parte importante di noi: finchè non la diciamo, non riusciremo mai a guardarla in faccia, davanti a noi, per capirla, che sia un coming-out interiore o un coming-out nel senso tipico del termine.
In qualche sito ho letto che qualcuno proponeva di sfruttare l'occasione di questa giornata per fare coming-out col mondo intero: mah, l'iniziativa mi lascia un po' perplesso. E' bene fare Coming-out solo quando si è veramente pronti e lucidi e si ha pienamente accettato il proprio essere. 
Ma l'invito a trovare il coraggio e l'orgoglio per vivere alla luce del sole lo condivido pienamente!
Quindi, ragazzi! Siate liberi di essere voi stessi!!!!


Buon COMING-OUT DAY! 

domenica 7 ottobre 2012

Dialogo con la terribilissima Coscienza Bloggarola...


- Mister Febo La Bussola, così proprio non ci siamo!
Eh, si! Lo so... me ne rendo conto.
- Non credo, sa?! Qui manca proprio la costanza... è già due settimane che non crea qualcosa di nuovo!
Si, si... lo so. Però l'ultimo lavoro è stato apprezzato...
- E quindi? Questo le permette di abbandonare i nuovi progetti?
No, no.. che c'entra. Non intendevo que...
- E poi, l'ultimo suo lavoro parlava di un invito per l'ora del thè: ha mai visto un thè che durasse ben due settimane??
Effettivamente no.
- Eppure vedo numerose bozze. Per esempio c'è questa sua riflessione notturna (parecchio angosciante, effettivamente... ma tralasciamo!): vogliamo forse che perda la sua attualità e che diventi incomprensibile?
Beh, no... è che dovevo un po' approfondirla. Dovevo scandagliare un po' dentro di me per completarla...
- E allora scandagli!!! Se vuole una troupe di sommozzatori per scandagliare me lo dica, che gliene procuro una!
Ehm... era una metafora quella. -_-"
- E questi nomi qui? Di chi sono? Modelli?
Si, ma non solo. Sono attori, modelli, cantanti... ragazzi che penso di invitare a prendere un thè nel mio blog.
- E che aspetta ad invitarli?
Ma è gente molto impegnata. Dobbiamo far conciliare gli impegni. E poi... mica ho cisterne di thè! E devo ancora comprare gli ingredienti per fare i plum-cake!
- Male! Non va per niente bene... ma soprassediamo per il momento. Guardiamo ancora un po' cosa c'è nelle bozze... Per esempio: queste canzoni?
Si, sono canzoni che mi piacciono molto e che vorrei condividere appena posso con i miei amici lettori. Sa, hanno dei testi bellissimi... dovrebbe ascoltarle...
- Non ho tempo io per le canzoni! Invece lei quando ha intenzione di pubblicarle? Vogliamo aspettare Natale?
Natale? No, non sono natalizie... perchè aspettare Nat...
- Era un'iperbole, Mr. Febo. Un'iperbole!
Ah.
- Sa che cos'è un'iperbole, vero?
Ma certo! Ho fatto il Classico io, sa?!
- Davvero? E allora come mai l'altra volta un suo lettore le ha dovuto fare notare che aveva scritto un "qual è" con l'apostrofo?
Beh, è stato un errore di distrazione! Può capitare a tutti...
- Dunque mi spieghi: perchè è così distratto?
Ma sa... è un periodo un po' particolare...
- Che ha? Le è morto il gatto? Mestruo maschile?
Mestruo maschil...?
- Lasci perdere! Era una battuta! Oggi proprio non le capisce le battute... continui!
No, le dicevo: per esempio ho saputo solo pochi giorni fa che la prossima settimana ho un esame e...
- E lei non aveva ancora studiato?
Beh... avevo studiato. Però mi stavo preparando per un esame scritto e invece il prof. mi ha detto che sarebbe stato orale e che dovevo preparare un po' di materiale da portare all'esame... un manicomio, insomma! Capisce che mi sono dovuto mettere al lavoro, tralasciando, ahimè, il blog...
- Hmmm... non mi ha convinto molto, sa?
Infatti non è solo questo: finalmente l'altro giorno mi sono deciso a fare quello che da tutta l'estate stavo rimandando...
- Un bel rinnovamento di look?
No, che look?! Siccome dicevo sempre che mi sentivo isolato, volevo fare nuove conoscenze, volevo darmi una smossa, alla fine mi sono fatto coraggio e...
- Mr. Febo, andiamo al sodo che ho tanti impegni in agenda!
... e mi sono scritto ad un sito d'incontri! Così spero di fare qualche conoscenza, qualche amicizia magari, incontrare qualche ragazzo... tentar non nuoce, no?
- Si è messo a cercare sesso? Guarda guarda come cambiano le persone...
MA NO! Che sesso e sesso u.u Dovrebbe saperlo, da quel che scrivo, che il semplice sesso non fa per me! E' per cercare qualche ragazzo serio con cui conoscersi...
- E questo le ruba così tanto tempo?
Beh, si! Sarà che sono un nuovo iscritto, sarà che ho messo una bella foto fashion, sono sommerso dai messaggi. Ovviamente ci vado con i piedi di piombo e sono molto prudente: non si immagina che ansia appena ho iniziato!!!! La frase che ho pensato più spesso quel giorno è stata "ma cu mi 'cci purtà??"...
- Prego?
"Ma chi mi ci ha portato (ad iscrivermi)", soprattutto dopo le prime richieste oscene che mi sono arrivate (subito cestinate, of course). Però già mi sento con qualche ragazzo simpatico. Chissà come finirà... speriamo bene! A me va bene anche solo qualche amico in più.
- Va bene, va bene... mi fa piacere. Mi immagino sua madre come sarà contenta di tutto questo tempo passato al PC... ahahah!
Ma sa che anche con mia madre la situazione sta migliorando? Qualche settimana fa ho comprato un libro sull'omosessualità, consigliatomi da un mio lettore, rivolto anche (e soprattutto) ai genitori. Così l'ho letto, ho visto che rispondeva a tanti dei dubbi, paure e perplessità che aveva mia madre e gliel'ho dato da leggere.
- Si, si... ma immagino che lei non l'avrà fatto! Le conosco le madri io...
E invece si! Se lo sta leggendo! :) E l'atmosfera a casa si è fatta meno tesa. Me ne accorgo quando in TV parlano di omosessualità o omogenitorialità: non c'è più nell'aria troppa tensione. Stiamo assistendo a grossi miglioramenti :)
- Ma allora ne parli!!! Ne parli nel suo blog!! Statistiche alla mano, vedo che il numero dei suoi commentatori è fortemente diminuito! Come me lo giustifica?
Mah, non so... penso sarà anche lo stress da rientro. Per adesso si hanno tante cose da fare: il cambio di stagione negli armadi, riabituarsi agli orari da lavoro...
- Non è una giustificazione valida!
Forse la crisi?
- Ma che crisi e crisi?!
Magari a tanti dei miei commentatori hanno tagliato la linea telefonica. Ci sono sempre meno soldi e le bollette del telefono sono salate, sa? u.u
- Mr. Febo, faccia meno lo spiritoso! Non sarà che non scrive più cose interessanti? Non può essere che i suoi lettori si annoiano?
Spero di no...
- Scriva cose meno noiose!!
Ma io scrivo le mie riflessioni, parlo della mia vit...
- ...e si metta subito a lavoro! Questo blog non va avanti ad aria, sa! Su, su! Meno chiacchiere e più lavoro! Lei è tutto preso dalla sua vita e trascura il blog!
Ma scusi, se non vivo la mia vita, se non sperimento, non godo delle esperienze al di fuori del virtuale, a cosa servirebbe questo blog? A niente. Ha senso soltanto perchè a scriverlo è qualcuno che vive la propria esistenza e ne racconta le sue difficoltà, la sua spensieratezza, la sua essenza ai lettori che lo seguono :)
- .......

Scusate ragazzi se vi ho un po' trascurati, ma gli impegni sono stati tanti e l'ispirazione nel raccontare tutto è un po' mancata :)
Un abbraccio e... non mi abbandonate :D

giovedì 20 settembre 2012

Un thè con... Adam!

Per uscire fuori dalla depressione settembrina, che sembra ci abbia contagiato tutti (blog compresi), quella malinconia torbida e fumosa che nasce piano piano, si posa leggera leggera sulla pelle, fa diventare pesanti gli occhi e ci regala l'energia e la velocità di una lumaca albina della Nuova Zelanda, ho deciso di riprendere ad invitare qualcuno a prendere un thè qui nel mio blog. Le altre volte abbiamo conosciuto Craig Horner, Cam Gigandet, Lucas Malvacini e l'ultimo nostro ospite è stato il bel Levi Poulter

Oggi ho invitato a prendere un thè con noi una nuova persona.
Oh! Ho sentito suonare il campanello! Sarà lui?
Vado ad aprire la porta! Voi nel frattempo mettevi comodi sui divani...
... ... ... ...
Ragazzi, vi presento l'ospite di oggi. (Mi raccomando, siate accoglienti)
Ecco a voi... Adam Ayash!



Ma prego, Adam! Non rimanere sulla porta...


Dammi pure il cappotto che tanto qui dentro freddo non ne fa....


Perfetto! Accomodati pure sul divano mentre ti presento ai nostri amici...



Quindi... Nel suo sito c'è scritto che Adam Ayash è un modello è originario del Sud del Libano, trasferitosi negli Stati Uniti dopo la guerra civile libanese.
Ha 24 anni (COSA??? Ha solo una manciata di anni più di me ed è già così bono ç_ç Ok! Calmo Febo! Fare paragoni con te stesso è solamente distruttivo! Ricordatelo! Sii professionale! u.u)... ehm... dicevamo! Ha 24 anni (ç_ç) ed è addirittura laureato in Scienze Motorie presso l'Università del Michigan. Non solo bello, quindi, ma anche intelligente (credo)!
A quanto pare ama allenarsi in palestra (ma non si direbbe proprio!)...







...e agli altri suoi hobby sono giocare a calcio, viaggiare...



...e suonare la chitarra elettrica (per essere sicuri della sua bravura dovrei sentirlo u.u ... ma comunque...)





Il suo sport preferito è il calcio (ma a noi non ce ne frega niente) e la parte del suo corpo che gli piace di più sono i suoi bicipiti. Boh, contento lui... io direi che non ci sarebbe da buttare via niente...




Adam, tu stai comodo seduto in poltrona, giusto?


Sembrerebbe di si... vuoi dichiarare qualcosa ai miei lettori? Ti passo il microfono...


......
Niente... questo qua è fissato solo con i suoi bicipiti -.-" non spiccica una parola!
Ma dicci un po' di te? Qual è la tua giornata tipo?

Immagino che la mattina, appena il primo raggio di sole ti sfiora...


...ti svegli, e cominci un po' a stiracchiarti, giusto?

Quello sguardo malizioso è un invito ad occupare il posto vuoto accanto a te? ;)
Uuuuu... che bel... paio di slip! (Che cosa vi sembrava stessi guardando, scusate?? u.u)

E' inutile che mi guardi con quegli occhi così perchè è ora di alzarsi! Su!


Però con 'sto movimento di bacino mi fai morire tu!
E poi? Beh.. un po' di esercizio per iniziare con grinta la giornata, no?

 Ovviamente, rigorosamente come mamma l'ha fatto...

Perfetto... ora sotto la doccia!



OK... adesso vestiti! (anche se, per me, potresti benissimo rimanere così come sei :P)

Certo che infilare le calze così deve essere proprio scomodissimo!
Metti qualcosa di sportivo?

Questo look mi sembra perfetto!
E adesso cosa fai?
Niente... questo qua non parla! Dovremmo immaginarcelo noi...
Magari prende un po' di sole fuori....




Visto? Il sole gli mette buon'umore! Addirittura sorride!
Ho parlato troppo presto -.-"
O fa un po' di jogging all'aperto...


E non ti guardare sempre gli addominali, che tanto lì restano! (ok, lo ammetto! Straparlo per l'invidia >.<)


O forse va a mare?




Ma co 'sti biciti è proprio fissato!!!








Che...che... che cosa stai combinando???
Non ti posso lasciare solo due secondi che già combini danno!

Visto? Adesso sei tutto unto e sporco!
 Vabbè... una doccia veloce e sei come nuovo!
E' inutile che la fissi! Si, hai visto bene! C'è la lampadina del bagno da cambiare!
Ancora così stai??? A poltrire??

 Ora vestiti! Che è tardi!



Wow! Ora si che ci siamo! Sei proprio figo!
Ma non essere sempre incazzato!!
Che pensieri torbidi che mi vengono....
Lo fai un sorriso ai miei fedeli lettori?? :)
Un piccolo sorrisino???

Uhm... vabbè! Ragazzi, apprezzato lo sforzo! Almeno un po' ha sorriso!



Ma allora sai sorridere pure tu!!!!
Uno scoop sensazionale!!!!
Comunque... Adesso giubotto e usciamo!


E ora che fai? Ti spogli di nuovo?

E questo intimo sexy? L'hai messo per me?
Wow!
Ehm... ragazzi! Mi sa che io e Adam...ehm...ci "intratterremo" ancora un po' per...ehm...discutere di alcune faccende. Si, si!
Spero non vi dispiaccia ;)
Salutate Adam, fate "Ciao Ciao" con la manina!

E adesso... TUTTI FUORI!!!


Ma prima di lasciarci soli, lasciate un commentino ;)
Poi riferisco io ad Adam


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...