giovedì 14 febbraio 2013

Cenere...


"Tutto mi sembra troppo bello e perfetto per essere vero, e ho paura che succeda qualcosa a scatafasciare il tutto...."
Sin dall'inizio avevo avuto il sospetto che quello che mi stesse accadendo fosse troppo bello. E mi dicevo: Febo, non ti illudere. Qualcosa può sempre accadere. Non ti sembra che tutto stia andando (troppo) per il verso giusto? Non è da te!
Devo dire che non ho molto da rimproverarmi: non ho dato nulla per scontato, ho camminato a piccoli passi. 
...però c'avevo creduto. Già. Per la prima volta nella mia vita, avevo sentito qualcosa dentro battere, mi ero esaltato, avevo cominciato a progettare, c'avevo messo tutto me stesso, avevo messo in discussione le mie paure per superarle, avevo ritirato l'ancora e ammainato le vele.

Finchè, forse un'oretta fa: "Ti devo dire una cosa. Sei una persona davvero magnifica e ti voglio davvero tanto bene e mi dispiace se quello che ti dirò ti farà soffrire, ma è meglio che te lo dica perchè voglio essere sincero con te. Ho capito che ti vedo più come amico. Sei un ragazzo fantastico, dolce, intelligente, davvero unico, a cui non si può non volere bene e non voglio perderti. Ma è questo quello che sento"
Ovviamente avevo già capito tutto dal "Ti devo dire una cosa"...
Sinceramente non so come l'ho presa... forse è successo da troppo poco tempo per poterla metabolizzare. Mi sento deluso. Ma non da lui, che alla fine si è comportato (credo) in maniera corretta. Deluso. Sproof! La bellissima architettura di carte che si stava creando è caduta giù con un soffio di vento. E adesso un senso di vuoto si insinua tra le costole: è finito il sogno. Capolinea! Siamo arrivati! Scendere prego! Un viaggio breve, devo dire.



"Io spero che possiamo continuare ad essere amici, a frequentarci, a divertirci insieme, a passare del tempo libero, perchè sei davvero una persona stupenda. Non so se tu sei d'accordo."
"Guarda... così a caldo proprio non te lo so dire"
"Si, lo so. Tranquillo, io non ho intenzione di pressarti"
Già... chissà se si potrebbe provare ad essere amici.
Da un lato non vorrei perderlo, perchè anche lui è una bella persona. Dall'altro, ho paura di quello che covo dentro; ho paura di alimentare inconsciamente qualcosa che non potrà avere sviluppo, ho paura di soffrire. Chissà...
"Mannaggia, ho rovinato la serata"
"Ma no! Hai fatto bene a dirle ora, queste cose"
Un sorriso e fare finta di niente. E la serata si è conclusa.
Poi un abbraccio, forte, lungo. E' stato bello. Forse troppo, per me. Non saprei.
Di certo io non lo vedevo solo come amico.

Che non ero fortunato né nel gioco, né in amore ne ero consapevole. Però alle volte ci si perde a pensare che forse quella è davvero la volta buona, che la fortuna ha girato a tuo favore.
E invece no.
Un'altra emozione da riporre in uno scatolone.
Tutto si brucia e rimane cenere, come quella che ho per adesso sulla testa, dopo la celebrazione di inizio Quaresima.
E brucia anche, questa cenere. Non è mai completamente spenta. Di certo, non adesso.


Non ho voglia di ricominciare a cercare, per il momento. Mi viene la nausea solo a pensarci.
Non ho voglia di rimettermi in gioco: non riesco proprio ad immaginarlo.
Non ho voglia di chiedermi se e dove ho sbagliato. So che sarebbe totalmente inutile.
E mentre scrivo, mi rendo sempre più conto di quello che è stato e che non potrà essere.
E il vuoto si allarga. 
E ho paura che domattina, quando mi sveglierò, sarà ancora più presente



NB: ironia della sorte, scrivendo scrivendo si è fatta mezzanotte e mezza e siamo entrati nel giorno di San Valentino. Auguri, innamorati. Niente festa per me, anche quest'anno.

17 commenti:

  1. Non hai sbagliato nulla. E forse neppure lui. Anzi, rispetto a quanto c'è in giro, è stato anche più corretto della media. Certe cose capitano, a tutti, gay ed etero. Mi dispiace per te, che questa volta è capitata a te. Spero che tu soffra il meno possibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero: non posso rimproverargli niente.
      Soffrire il meno possibile... si spera...

      Elimina
  2. Dimesso un papa se ne fa un altro (ehehe) dai Febo, questa volta hai fatto tutto secondi la norma.
    Se la cosa non è andata in porto di certo non è colpa tua, devi essere fiero di te.

    :) non mollare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non molleremo!!! o almeno, si spera... ._.

      Elimina
  3. Non hai sbagliato nulla, purtroppo (o per fortuna) i sentimenti non sono un obbligo. Coraggio, non abbatterti.
    Ti abbraccio fortissimo <3

    RispondiElimina
  4. certo che tempismo dirlo alla vigilia di san valentino, benchè un non lo festeggi, gli spot e i media che ti tartassano ti fanno ricordare doppiamente e costantemente tutto... è normale che tu ora voglia stare da solo e prenderti il tuo tempo, una cosa voglio raccomandarti, non aspettare troppo! si finisce per idealizzare quella persona e di perdere di obiettività...te lo dico perchè è successo a me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... l'ennesimo San Valentino saltato. Mi sembrava strano festeggiarlo quest'anno effettivamente: magari mi sono buttato la sfiga da solo XD
      Hai ragione: aspettando troppo c'è il rischio di idealizzare quella persona. C'è già il rischio che lo faccia adesso... nono, speriamo di non cadere in questo buco nero...

      Elimina
  5. Mi dispiace,la vita è così, non pensare di essere sfortunato se uno nella vita si mette in gioco queste situazioni ci saranno (e non solo nell'amore) molte volte e bisogna sopportare il dolore e la delusione e andare avanti.
    Quando uno gioca si può vincere o perdere ma se uno non gioca ha la certezza di non vincere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con loran e con Nato Stanco. Dispiace anche a me.
      Sta sereno.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. E' vero, Loran. Fa parte della vita... eppure fa tanto male :(
      Un abbraccione a te e a (In)consapevole. :*

      Elimina
  6. X san valentino saltato .. io l'ho sempre detestata questa festa.. per fortuna il mio ragazzo non c'era percui sono stato solo con un bicchiere di vino..

    Però.. noooo.. bauuuuu.. mi spiace davvero.. appena letto il titolo.. nooo..

    Quelle emozioni non si ripongono in uno scatolone però.. no no no.. e hai fatto mille passi avanti.. il Febo a limonare in auto ;*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà pure una festa commerciale, ma la soddisfazione di festeggiarla almeno una volta la vuoi mettere? :P
      Ahah... già, il Febo a limonare in auto... bei ricordi...

      Elimina
  7. Non sai quanto mi spiacca leggere queste cose.
    Se vuoi saperlo questa settimana andavo a lavoro controllavo se sul tuo sito cerano aggiornamenti sulla tua situazione. Perchè ero contento che anche tu avessi trovato la persona giusta. Poi purtroppo così non è stato e avevo quasi paura a commentare (e questo ha incidentalmente fatto saltare il mio post su san valentino che mi sembrava brutto fare a quel punto...)
    Non pensare però che sia qualcosa di te che non va, ma forse quello che lui ti stava dicendo è che è lui che non va per te. Ne parlavo oggi col mio ragazzo. Purtroppo i rapporti tra le persone non sono mai semplici, nessuno ti insegna come volere bene a un'altra persona, nè tantomeno come volere bene a un altro uomo (le coppie etero qualche modello almeno lo hanno....) Ti auguro di avere fortuna di trovare la persona giusta, ma che sia giusta davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *_* Ma teneroooooooo!!! Ma non c'era bisogno di far saltare il tuo post di San Valentino per me <3 <3 <3
      Mi fa piacere leggere della vostra felicità :)
      Già... forse lui non era giusto per me... o io non ero giusto per lui. Non so: è durata un po' poco per capirlo.
      Grazie per gli auguri, anche se per il momento sono un po' sconsolato.
      Ti meriti un bacione :*

      Elimina

E voi cosa ne pensate????

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...