domenica 6 ottobre 2013

Dominante o Recessivo...?


Avete mai osservato le coppie che vi circondano?
O meglio, se fate parte di una, avete mai osservato la vostra?
Ogni coppia vive di strani e complicati equilibri, diversi per ogni situazione.
Eppure il pluripremiato dott. Febo La Bussola, insieme al suo competente staff di lavoro (i suoi amici), spesso ha cercato di formulare una sorta di analisi che possa aiutare a capire quali sono gli elementi che caratterizzano la maggior parte delle relazioni.
Dopo lunghe e scrupolose ricerche, svolte con ineccepibile metodo scientifico, si è giunti ad una conclusione, spiegabile solo prendendo in prestito termini appartenenti, nientepopodimeno!, alla genetica!! (che cose professionali che si fanno in questo blog u.u )



Avete presente Mendelev, quello che giocava con i piselli? 
No, non era un porno attore! Era uno scienziato! E i piselli erano quelli che si mettono in bocc... ehm... no! non è una buona spiegazione questa! Quelli che si mangiano, va! I pisellini Findus! Solo che allora non erano Findus.
Mendelev si mise a giocare con i piselli (tipo Findus) per capire le leggi della genetica. Ed effettivamente ci riuscì eccome! (...quanta soddisfazione possono dare dei piselli!)
Proprio tramite i suoi studi, si è giunti a capire che i caratteri del nostro corpo sono determinati da geni i cui componenti (detti Alleli) possono essere Dominanti o Recessivi. Per esempio: il carattere degli occhi azzurri è Recessivo rispetto a quello degli occhi scuri. Insomma... se c'è un allele Dominante e uno Recessivo, quello recessivo è destinato a tacere (zitto e rassegnato!) e ad esprimersi sarà solo quello Dominante!! (ecco perchè non ho gli occhi chiari: mannaggia al gene Dominante!).


Chiusa questa breve parentesi genetica da "Angolo di SuperQuark" (non li sentivate anche voi gli Swingle Singers che cantavano l'Aria sulla Quarta Corda?), torniamo a noi.
Ricominciate a guardarvi intorno! Le coppie di amici e parenti. Non vi si accende una lampadina? 
...No? Non è che è fulminata?
Vabbè... vi spiego io.

In quasi tutte le coppie, gay o etero che siano, c'è un elemento Dominante e un elemento Recessivo.
E non c'entrano i ruoli sessuali.

Il Dominante è colui che, all'interno della coppia, decide più spesso autonomamente ("Oggi non ci vediamo, non ho tempo!" "Stasera usciamo con Filomena!" "Non azzardarti a comprare quei pantaloni color ghiaccio"), quello che si prende più libertà ("Domani sera vado a ballare con i miei amici! "La prossima settimana passo il weekend con le mie amiche"), che magari ha più iniziativa, che trascina; è colui che si fa desiderare, a volte quello che si mostra più "indipendente" dall'altro, più sicuro...
Il Recessivo invece è quello che cerca l'altro, va dietro al suo Dominante, accetta spesso le sue decisioni (magari anche di buon grado) anche se non sono state prese insieme, insomma è più accomodante, si lascia condurre, mostra più "dipendenza"...
Ovviamente questi sono i Macro-aspetti (anche un po' esagerati :P) del fenomeno. Spesso la cosa è più silente, più sfumata. Ma se si fa bene attenzione, si potranno scorgere dei segnali nelle coppie che ci stanno attorno tali da farci capire a quale "allele" appartengono i componenti.

Chi è che decide più spesso cosa fare o le cui proposte sono più spesso approvate? Chi si prende maggiori libertà (uscire senza il partner, prendersi spazi autonomi...)? Chi appare più indipendente?
E' vero: esistono anche delle situazioni in cui nella coppia c'è una democrazia interna che fa stare sullo stesso piano entrambi gli elementi. Ma sono casi più unici che rari.


Attenzione: questa dimostrazione non vuole esprimere l'idea che i rapporti che si creano di Dominanza/Recessione siano sbagliati in sé. Effettivamente danno un naturale equilibrio alla coppia e permettono una sana relazione.
I problemi, semmai, iniziano quando questi due ruoli si accentuano e quindi si avrà un elemento con la maggior parte del potere decisionale e l'altro che lo segue in tutto e per tutto (covando in sé crescenti moti di ribellione il più delle volte soppressi): in questi casi la relazione non è più sana, ha qualcosa che non quadra. Insomma: se uno tiene il guinzaglio e l'altro fa semplicemente il cagnolino, non va mica bene! (Bau!)


Ovviamente questi ruoli non sono innati, né ci caratterizzano per tutta la nostra vita: anzi ho osservato (da emerito scienziato come sono u.u) che spesso da relazione a relazione cambiamo i nostri ruoli.
Due mie amiche, nella loro precedente relazione, erano abbastanza recessive: soprattutto una era molto dipendente dal suo ragazzo, stava più spesso con gli amici di lui che con i propri, uscivano solo insieme, stava sempre attenta a non farlo ingelosire... eccetera eccetera. Poi si sono lasciati. Nella relazione che ha adesso, invece, ha assunto un ruolo Dominante (in maniera equilibrata, però)... della serie: Girl-Power!

Anche nelle amicizie, nelle frequentazioni, nelle conoscenze si può essere così: chi è che cerca più spesso per primo? Chi è più accondiscendente? Chi invece tende a imporre di più le proprie decisioni?
Bisogna saper capire quando si stanno accentuando troppo i ruoli in modo da riequilibrare la situazione: un rapporto in cui uno prevale sull'altro non è una cosa molto rilassante :P

Che sguardo cuccioloso *___*
Per esempio, a volte, anche io mi accorgo di essere un po' Recessivo (soprattutto in passato) quando sono nella fase "conoscenza" con un ragazzo (che mi piace): tendo a cercarlo per primo, a rispondere subito se mi scrive, mi piace sentirlo spesso, non sto a sindacare troppo su qualche sbavatura (ovviamente stupidaggini, non cose serie).
Sarà l'insicurezza, la scarsa auto-stima, l'essere presi dalla situazione...
Ma se il ragazzo in questione è un facente parte della specie "Dominante Malefico" (detto comunemente "Stronzo"), potrebbe approfittarne di tanta accondiscendenza e bearsi dell'interesse mostrato per lui.
Per questo, nel tempo, ho cercato di diminuire la Recessività senza per questo sfociare nel "Me la tiro perchè io valgo!": non cercare sempre per primi ma fare un po' l'uno, non stare sempre lì a pensare "E quando mi scrive?".... eccetera eccetera ;)
Oramai la mia amica E., accanita sostenitrice del motto "Fai di tutto per mantenere una posizione Dominante", non fa altro che ripetermi la parola d'ordine "DOMINANZA!!" ogni volta che le parlo di mie nuove conoscenze.
E in molti casi ha funzionato: farsi desiderare e mostrarsi meno disponibili, alle volte accende la curiosità e il desiderio di qualcuno. E poi, in modiche quantità, ...fa figo! XD


E voi? Avevate mai pensato a questa cosa guardano i vostri amici, la vostra coppia o le vostre relazioni?
E soprattutto: siete Dominanti o Recessivi?

Ditelo al dott. Febo La Bussola, esperto in Genetica di Coppia ;)

16 commenti:

  1. Condivido abbastanza caro Febo! In effetti in alcune coppie è più palese, in altre meno. Personalmente però non ho mai vissuto troppo dislivello. Se qualche volta ho deciso più io rispetto al mio ragazzo c'era un motivo razionale e condiviso, idem al contrario, quindi ho cercato di preservare la democrazia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti l'importante è non creare dislivelli troppo grandi: niente schiavetti e niente tiranni :) Una via di mezzo e un po' di democrazia, assecondando i propri naturali caratteri è la cosa migliore mi sa

      Elimina
  2. non sono mai stato accoppiato, però la mia tendenza è dominante! nel sesso però mi piace la parità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco uno con le idee chiare ;) eheh

      Elimina
  3. Si un po' è così però appunto ci sono alcune differenze nella fase di pre coppia e nella fase coppia ci sono cose che vanno bene in una fase e in un altra e viceversa.
    Io ad esempio tendo ad essere abbastanza recessivo, cioè visto che mi piacciono svariate e molteplici cose spesso accetto senza problemi le decisioni altrui ma in genere solo sul piano pratico, tendo ad non imporre mai le mie scelte ma difficilmente mi faccio imporre quelle degli altri se non mi vanno bene anche se nel farlo non mi imbarco in logoranti discussioni ma semplicemente continuo per la mia strada come se l'altro non esistesse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah... in pratica, se la cosa non ti va, lo lasci sbattere ;)
      Beh, qualche compromesso si deve pur trovare a volte però, no? :D

      Elimina
  4. Premesso che ho un grandissimo pregio/difetto, a seconda dei punti di vista, che è quello di sapermi adattare ad ogni situazione, di solito sono quello che ha la tendenza ad essere recessivo e ad adattarmi alle proposte degli altri. Però credo che in una coppia ci debba essere il giusto equilibrio tra le due cose, altrimenti se l'altro fosse troppo recessivo finirebbe per essere considerato un mio succube e non so che farmene. Viceversa, non saprei che farmene di uno perennemente dominante perché non sono lo schiavo di nessuno. Insomma, da tutta questa tiritera si evince che rimarrò zitellone a vita perché sono incontentabile, ormai mi ci sto abituando. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'equilibrio è indispensabile. Poi ovviamente ognuno ha un carattere diverso e ci si viene incontro.
      Ma no, non sei incontentabile! Anche io vorrei l'equilibrio in una coppia, è normale :) E vedrai che troverai l'altro piatto della bilancia con cui equilibrarti ;)

      Elimina
  5. io credo che fra me e Giovy siamo un giusto equilibro, ma tu ci conosci e, vedendoci dall'esterno, puoi tirare le tue conclusioni ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, effettivamente mi sembrate abbastanza in equilibrio voi due. :)
      Magari siete uno di quei pochi rari casi di equità :D

      Elimina
  6. Ci ho pensato tantissimo, sia rispetto alle coppie che conosco sia rispetto a me stesso.
    Anche io credo di essere più recessivo: tendo a farmi vivo per primo e tutto le altre cose che hai detto anche tu. E non riesco a fare il dominante, anche se ci provo spesso e volentieri. E posso dire che non c'è stato un punto nel post che non abbia condiviso!
    PS:Mendelev era quello che diceva che i figli assomigliano più ai nonni perché i geni saltano una generazione, no? (o roba simile) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento che il mio post ti sia piaciuto :D
      Già, il carattere tende a farci essere o dominanti o recessivi. L'importante è non dare per scontato il nostro ruolo! Non si può cambiare il proprio carattere, ma sforzarsi per appianare i dislivelli: quello si!
      Quindi, la prossima volta, prova a farti desiderare un po', a prendere più iniziative ;) magari funziona

      PS: Uhm... questa dei nonni non la sapevo. Mendelev comunque è il primo che scoprì che il patrimonio genetico si trasmette da entrambi i genitori ai figli e i meccanismi che lo regolano, come appunto il fatto degli alleli dominanti e recessivi :)

      Elimina
  7. Sono più dominante.. cioè.. amo l'indipendenza.. ma odio prendere decisioni che coinvolgono gli altri.. oddio che casino..

    RispondiElimina
  8. Ahah... ok! Allora più che Dominante o Recessivo sei semplicemente... Incasinato! XD

    RispondiElimina
  9. Io sono quello della figura n. 5 xD
    Altro che recessivo... calpestato, umiliato e portato a lasciare per dare ancora più libertà! (ne aveva poca in effetti il signorino).
    Che dire, probabilmente una cosa giusta l'ha fatta: farsi lasciare XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonono! Allora occorre rialzarsi e cominciare a percorrere il glorioso sentiero della Dominanza!!! u.u
      ...senza esagerare però :P

      Elimina

E voi cosa ne pensate????

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...